Ricordiamo Paolo Borsellino

Sono passati 28 anni dall’esplosione che uccise il giudice Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta in via D’Amelio, a Palermo; oggi ricordiamo un uomo, un magistrato che ha fatto della lotta alla mafia una missione di vita.

Onorare il suo impegno e quello di tutti coloro che ogni giorno combattono contro la criminalità organizzata serve a far sì che il loro sacrificio non sia mai dimenticato e che rappresenti un monito per le nuove generazioni.

Le mafie sono cambiate, ma non per questo sono meno pericolose.

L’esempio di Borsellino possa essere sempre un faro per tutti noi.

Scroll to top