Inaugurato il nuovo ponte “San Giorgio” di Genova

Dopo 720 lunghissimi giorni, ecco il nuovo ponte di Genova. Il 14 agosto 2018 l’Italia si fermava davanti al crollo del Ponte Morandi, che ha trovato e ucciso 43 persone. Una ferita ancora oggi profonda.

In questi due anni abbiamo messo mano al sistema delle concessioni, ripreso le redini dei controlli e della sicurezza e abbiamo approvato e messo in campo misure importanti per Genova e per i genovesi.

Grazie alle linee del viadotto disegnate da Renzo Piano lo Stato Italiano sana almeno in parte una ferita che sanguinava da due anni, dalla cicatrice indelebile.

Per questo oggi, nonostante il taglio del nastro, le Frecce Tricolori e il cerimoniale delle grandi occasioni, l’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio non può essere una festa.

Facciamo almeno che sia l’occasione per ricordare le vittime e non dimenticare le storture colpevoli di un sistema che ha covato per anni le condizioni che hanno generato quella tragedia. Perché non accada più. E allora sì che potremo far festa.

Ascoltate le parole di Giuseppe Conte.

L'inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio

INAUGURAZIONE NUOVO PONTE SAN GIORGIODopo 720 lunghissimi giorni ecco il nuovo #PonteDiGenova.Il 14 agosto 2018 l’Italia si fermava davanti al crollo del Ponte Morandi, che ha trovato e ucciso 43 persone. Una ferita ancora oggi profonda. In questi due anni abbiamo messo mano al sistema delle concessioni, ripreso le redini dei controlli e della sicurezza e abbiamo approvato e messo in campo misure importanti per Genova e per i genovesi.Grazie alle linee del viadotto disegnate da Renzo Piano lo Stato Italiano sana almeno in parte una ferita che sanguinava da due anni, dalla cicatrice indelebile.Per questo oggi, nonostante il taglio del nastro, le Frecce Tricolori e il cerimoniale delle grandi occasioni, l’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio non può essere una festa.Facciamo almeno che sia l’occasione per ricordare le vittime e non dimenticare le storture colpevoli di un sistema che ha covato per anni le condizioni che hanno generato quella tragedia. Perché non accada più. E allora sì che potremo far festa.Ascoltate le parole di Giuseppe Conte.

Publiée par Fabrizio Ortis sur Lundi 3 août 2020
Scroll to top