Svizzera: preoccupati per stretta sui frontalieri

Preoccupano le notizie che arrivano dal Canton Ticino riguardo alla situazione di crescente difficoltà dei frontalieri italiani a seguito della stretta burocratica imposta dal ministro cantonale Norman Gobbi.

Difficoltà che potrebbero diventare critiche nel caso di vittoria del Sì al referendum di domenica prossima sull’abolizione degli accordi con l’Ue per la libera circolazione in Svizzera dei cittadini Ue con conseguente limitazione del rilascio di permessi di lavoro agli stranieri.

Un esito preoccupante contro il quale si è espresso ufficialmente il governo e il parlamento federali per le gravi conseguenze economiche che una stretta sui permessi avrebbe sull’economia svizzera.

Ritengo che i nostri connazionali debbano sentirsi sicuri e garantiti ovunque si trovino.

Scroll to top