Contro la violenza sulle donne: il Codice Rosso

Oggi è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e grazie al Codice Rosso (tel. 1522), sono state introdotte pene più severe.

Cos’è il Codice Rosso?

  • Con il Codice è stata introdotta una corsia preferenziale per le indagini che riguardano la violenza di genere. La polizia giudiziaria deve trasmettere rapidamente le notizie di reato al magistrato, che ascolterà le vittime entro 72 ore.
  • Le pene per la violenza sessuale sono state rese più severe: vanno da un minimo di 6 anni ad un massimo di 12 anni.
  • Violenza su minore: è stata aumentata la pena nel caso in cui il reato venga commesso da un genitore, un nonno o un parente stretto, o se la vittima non ha ancora compiuto 14 anni. La pena è raddoppiata se la vittima non ha ancora compiuto 10 anni. Le indagini riguardo ai rapporti sessuali con minori, potranno partire sempre anche su iniziativa della magistratura, senza bisogno di una denuncia. Il bambino o la bambina che assiste a maltrattamenti, viene considerata come “vittima” a tutti gli effetti.
  • Gli stalker vengono puniti con maggiore severità rispetto al passato. Ora la pena per gli atti persecutori va da un minimo di 1 anno a un massimo di 6 anni e 6 mesi di reclusione.
  • Per i maltrattamenti che si consumano tra le mura domestiche, sono state previste pene più severe: da un minimo di 3 fino ad un massimo di 7 anni di reclusione.
  • Chi deforma con l’acido il viso di qualcuno, ad esempio, ora è punito con la reclusione da 8 a 14 anni, e non più con la pena più bassa prevista per il reato di lesioni aggravate. Inoltre, se la vittima dello sfregio viene uccisa, è previsto l’ergastolo per l’assassino.
  • Per chi realizza foto o video a sfondo sessuale – o anche solo chi ne entra in possesso – per poi diffonderli senza il consenso della persona ripresa, la pena prevista arriva fino a 6 anni di carcere e aumenta se il fatto è commesso a danno del partner, anche se la relazione nel frattempo è cessata.

Non abbiate mai paura di denunciare. In caso di violenza chiamate il 1522.

Contro la violenza sulle donne: il Codice Rosso
Scroll to top