Fotovoltaico nei centri storici: il mio odg alla Legge di Bilancio

È stato approvato in 5ª Commissione al Senato, nell’ambito della discussione sulla Legge di Bilancio 2022, un mio ordine del giorno, il quale impegna il Governo a semplificare le procedure di rilascio delle autorizzazioni per il fotovoltaico nei borghi storici: un intervento normativo indispensabile, anche in previsione della proroga del Superbonus 110%.

Con questo odg (qui il testo), il Governo si dovrà impegnare nel favorire interventi di efficientamento energetico edilizio anche in zone soggette a vincolo paesaggistico, snellendo i procedimenti per l’avvio di tali lavori e sostituendo le attuali autorizzazioni con prescrizioni che la Soprintendenza potrebbe apportare direttamente nella fase di presentazione del progetto: ciò, per evitare eventi inidonei ed impattanti. Nonostante il comportamento assolutamente irriguardoso da parte del Governo, che ha precluso ogni confronto, sono riuscito a far approvare questo testo, che potrà interessare, chiaramente, anche i centri storici della nostra regione.

A riguardo, devo inoltre constatare che questa Legge di Bilancio è la peggiore davanti alla quale mi sia trovato durante il mio mandato di Senatore: sia per le modalità con le quali è stata portata avanti, escludendo del tutto il Parlamento dalla sua funzione, sia per i contenuti, che tralasciano le esigenze dei cittadini che hanno più bisogno di aiuto. Basti pensare alla declamata riduzione delle tasse, di cui però beneficerà soprattutto chi ha redditi dai 50mila euro in su. Una vergogna di legge che non intendo assolutamente votare.

Scroll to top