Randagismo in Molise: il Ministero si attivi

Il fenomeno del randagismo in Molise ha assunto dimensioni non più ignorabili dalla politica regionale e nazionale. Stampa e associazioni locali parlano apertamente di una situazione completamente fuori controllo. Purtroppo nella nostra regione manca la consapevolezza di quello che si deve fare per il benessere degli animali.

Il piano sanitario 2019-2021 della Regione prevede un capitolo sul randagismo, ma dopo un anno non è stato ancora attuato, costringendo volontari e associazioni ad ovviare alle inadempienze delle autorità.

Secondo quanto dichiarato dalle associazioni riunite per la protezione degli animali del Molise, i responsabili di questo stallo sarebbero “Regione Molise e Asrem”; in particolare i dirigenti regionali Michele Colitti e Nicola Rossi, oltre al direttore generale Oreste Florenzano.

Il piano sul randagismo, approvato dall’ex commissario Giustini, prevede un finanziamento da 180mila euro ed esplicita i compiti assegnati anche ai Comuni e alle associazioni nella lotta al randagismo. Perché ancora non è stato attuato nulla?

È il momento che vi sia un tavolo di confronto tra il ministero della Salute e la regione Molise, per capire quali sono i motivi per cui non si procede in questa direzione. Ritengo poco corretto che siano i volontari e le associazioni a farsi carico di quello che dovrebbero fare le nostre istituzioni.

Scroll to top