Ai poliziotti vietato inseguire i ladri

La nuova direttiva dalla Polstrada della Lombardia prevede che “le pattuglie per ragioni di sicurezza si dovranno astenere dal rincorrere chi non si ferma all’Alt. Sarà compito della Sala operativa, informata immediatamente dei fatti, fornire le informazioni utili alle altre forze di polizia dispiegate sul territorio per catturare i fuggitivi”.

È intervenuto il Sindacato autonomo della Polizia definendo assurda questa decisione che impedirà agli agenti di svolgere il proprio mestiere. In poche parole, potranno solo annotare il numero di targa del fuggitivo, modello della macchina, la direzione di marcia e lasciarlo libero di “scappare”.

Queste le parole del Segretario Nazionale del SAP, Gianpiero Timpano: “Le forze dell’ordine prive di serenità operativa non possono assolvere il loro compito istituzionale per impedire che taluni soggetti, oltre a fuggire impunemente, compiano reati ben peggiori di quelli previsti dal Codice della Strada”.

La ministra Lamorgese deve fare un passo indietro per quanto riguarda questa vicenda, perché i nostri agenti svolgono un mestiere difficile e pericoloso, e non possono essere privati della possibilità di compierlo al meglio, col rischio di farsi scappare chi delinque. Da oggi per sfuggire ai malviventi basterà fare “ciao ciao” con la manina.

Scroll to top